la canzone del soleMogolbandoinfosilvigalleriaprogramma manifestazione

La canzone del sole è un singolo di Lucio Battisti, nonché uno dei brani più celebri nella storia della musica italiana. Curiosamente non fu incluso in nessun album dell'artista di Poggio Bustone, ma uscì solo in un 45 giri nel Novembre 1971, registrata sul lato A (nel retro era incisa un'altra hit di Battisti, Anche per te). La canzone del sole è registrata a Roma, negli studi RCA di via Tiburtina a metà ottobre, mentre Anche per te viene registrata alla fine dello stesso mese al Fonoroma di Milano.
Il disco è il primo inciso con etichetta Numero Uno e resta uno dei singoli di maggior successo di Battisti. Esistono versioni del brano in inglese (The sun song), e in spagnolo (La canción del sol, inclusa nell'album Emociones). Sei anni dopo l'uscita, il brano verrà incluso (come il suo retro) nella prima antologia dell'artista, Il meglio di Lucio Battisti vol. 1. La canzone, di cui rimane impresso in particolar modo l'incipit
(Le bionde trecce, gli occhi azzurri e poi, le tue calzette rosse) e l'inciso "Oh mare nero, oh mare nero, oh mare ne...", è servita e serve tuttora come base per i neofiti che si avvicinano per la prima volta alla chitarra. Il brano è stato oggetto di cover ufficiali da parte di Fiorello, Luca Barbarossa, Formula 3, Mina e José Feliciano.
Nel giugno 2008, in occasione di un dibattito tenutosi a Teramo nell'ambito dell'annuale tributo ad Ivan Graziani, (manifestazione coordinata dall'autore e cabarettista pescarese Germano D'Aurelio, meglio conosciuto come 'Nduccio, Mogol rivelò di aver trascorso da bambino moltissime vacanze estive a Silvi Marina (TE) e di essersi ispirato proprio a quelle spiagge ed a quelle prime emozioni nel comporre il testo de "la canzone del sole".


Risultati Edizione 2011

Scarica il bando

Risultati Edizione 2013

La nostra ultima edizione